100% renewable district heating

Riassunto del progetto

Come tutto è cominciato

Nel 1994 la cittadina danese di Marstal ha sviluppato un progetto per installare un impianto solare su una piscina. Il successo di questa installazione di 8.000 m2 è stati poi la base per realizzare un sistema di grande taglia connesso alla rete di teleriscaldamento.

Come parte della strategia europea di Lisbona per diventare “l’economia più dinamica e competitiva basata sulla conoscenza”, il Settimo Programma Quadro (FP7) per la ricerca e lo sviluppo tecnologico finanzia attività di ricerca e dimostrazione per progetti che abbiano un “valore aggiunto a livello europeo”, come nel caso del progetto SUNSTORE4.

Un progetto con la bandiera europea

La Marstal Fjernvarme, utility di teleriscaldamento di Marstal, ha ricevuto un finanziamento dall’Unione Europea, grazie proprio al programma FP7,  per il progetto SUNSTORE4 che è stato incluso, assieme ad altri dieci iniziative, nei progetti cosiddetti “con bandiera europea”.

Lo scopo del progetto è la dimostrazione di un impianto innovativo di grande taglia, che sia alimentato al 100% da fonti rinnovabili ed economicamente conveniente. Ora i clienti della Marstal Fjernvarme ricevono circa il 55% del calore da solare termico e il 45% da biomassa prodotta localmente. Il progetto, inoltre, include una pompa di calore in connessione con l’accumulo stagionale di calore e una turbina ORC (Organic Rankine Cycle) in grado di produrre elettricità dai gas esausti della caldaia a biomassa.

Il progetto ha poi una più ampia prospettiva europea, perché si rivela applicabile in differenti regioni e situazioni climatiche.

Risultati attesi

I principali risultati attesi (e quasi tutti già realizzati) dal progetto sono:

  • un sistema energetico innovativo, alimentato al 100% da energia rinnovabile, caratterizzato da efficienza economica e con un elevato potenziale di replicabilità;
  • un costo stimato, per un sistema in nord Europa, di 50÷55 €/MWh esclusi gli stipendi del personale;
  • un impianto tecnicamente affidabile basato su tecnologie già testate e il cui carattere innovativo risiede nella integrazione tra queste tecnologie;
  • un sistema flessibile, che può affrontare la sfida del surriscaldamento estivo, e che include una turbina ORC e una pompa di calore a compressione che impiega CO2 come refrigerante;
  • un accumulo stagionale di calore, parzialmente raffreddato dalla pompa di calore per ridurre le perdite di calore;
  • un impianto solare innovativo dotato di una elevata efficienza e di bassi costi di produzione;
  • un sistema avanzato di cogenerazione a biomassa.

Destinatari del progetto

SUNSTORE4 si rivolge a diverse categorie di destinatari:

  • utility di teleriscaldamento
  • enti locali e pianificatori urbani
  • sviluppatori di impianti a energia rinnovabile
  • produttori e fornitori di tecnologia
  • grandi consumatori di calore